back          HOME  

il mio paese    MONTE PORZIO CATONE e

gli Avvenimenti Storici da ricordare

 

16 marzo 1885

il primo impianto dell' ufficio telegrafico

un telegrafo dell '800

Seduta in I° convocazione

Regnando Sua maestà Umberto I° Re d’Italia

L’anno 1885 addì 16 Marzo, alle ore 7 pom. nella residenza Com.le si è aperta la presente ordinaria sessione del Consiglio Mple, sotto la Presidenza del Sindaco Sig. 1- Ricci Cav. Tommaso con l’intervento dei  Consiglieri Sigg.ri

2° Picco Salvatore, 3° Cupellini Luigi, 4° Ricci Ercole, 5° Magretti Pietro,  6° Picco Giovanni, 7° Di Rocco Luigi, 8° Ricci Loreto, 9° Costamagna Stefano.

Mancano i Signori

1° Laurenti Pietro, 2° Fiorelli Antonino, 3° Albertazzi Paolo, 4° Corvaccini Francesco, 5° Venturini Demetrio, 6° Pennacchiotti Giuseppe.

Essendo legale il N° dei presenti per deliberare in 1° convocazione il Sig. Presidente apre la seduta.

Comunica primieramente l’ordine del giorno contenente tutte le proposte da trattare durante la presente sessione invitando il Consiglio ad aggiungervi tutte quelle altre che si credessero necessarie nell’interesse del Comune e della popolazione.

Ciò premesso il Sig. Presidente invita il Consiglio alla discussione dell’ordine del giorno ed

...

 

In 5° luogo il Sig. Presidente rammenta come per soddisfare ad un desiderio e ad un bisogno, risentiti sé dalla popolazione che della numerosa villeggiatura ( specie  nella stagione estiva) si ventilò già  in Consiglio l’idea d’impiantare un servizio telegrafico da qua a Frascati al fine di unirsi in più diretta comunicazione con la Capitale, centro unico degli interessi commerciali di questa Comune .

Espone infatti che egli unitamente agli altri Sindaci del mandamento, i quali accolsero con piacere la proposta, fece pratiche presso il Ministero dei Lavori Pubblici per ottenere la necessaria autorizzazione all’impianto, ma che poi si dovette sospendere ogni trattativa avendo il Governo imposto un canone annuo di £ 1000 per ogni filo di comunicazione telefonica. In presenza di ciò la Giunta rivolse il pensiero all’impianto di un ufficio telegrafico Governativo di 3° Cat.a di più facile attuazione e di molta minor spesa in prova di che da lettura della Circolare del prelodato Ministero dei L.P. 1° maggio 1883 relativa a tale oggetto, della quale rilevasi che il Comune dovrebbe una sol volta pagare il Governo £ 300 per l’impianto dell’ufficio telegrafico e £ 130 a chilometro pei pali pel filo elettrico occorrenti all’attuazione della linea. Fa inoltre osservare che nella seconda spesa potrà ottenersi una sensibile economia concorrendovi anche il Municipio di Monte Compatri, il quale unitamente a questo è disposto domandare l’impianto del med.o Ufficio in quel Comune. Rappresenta inoltre che siccome il Governo contribuisce anche per lo stipendio dell’impiegato occorrente col rilascio di C.mi 60 su ogni telegramma in partenza, così il Comune provveduto che abbia alla maggiore spesa d’impianto, non dovrà pensare annualmente che a quella dell’impiegato stesso nella misura non superiore alle £ 700, potendosi l’ufficio stabilire comodamente nella residenza Comle con il risparmio di una nuova  pigione; ed il vantaggio di avere un  (?)  nella Segreteria per coadiuvare il Segretario, unico impiegato, nel disbrigo dei lavori materiali d’ufficio.

Ciò premesso, il Sig. Sindaco, in conformità dell’ultimo comma della Circolare sudd.a, invita il Consiglio a deliberare in merito alla domanda di concessione da rivolgersi al Governo, qualora si riconosca utile l’impianto di tale ufficio.

Il Consiglio

Udita la lettura della Circolare Ministeriale 1° maggio 1883, e l’esposizione sopra fatta dal Sindaco;

Riconosciuta l’utilità che può derivare al Comune in genere dall’impianto di un ufficio telegrafico;

Riconosciuto che quanto si renda ormai necessario sia per seguire gli altri Comuni contermini nella via della Civilta e del Progresso, sia per la vicinanza della Capitale, e stante l’insufficienza dell’ordinario servizio postale;

Considerato infine che alla tenue spesa d’impianto e di mantenimento dell’ufficio stesso può il Comune provvedere con le ordinarie entrate senza ricorrere all’applicazione di nuove tasse.

Ad unanimità di voti palesi

Delibera

Di demandare legalmente al superiore Governo la concessione d’impiantare un servizio telegrafico in questo Comune con congiunzione a Frascati  unitamente a Monte Compatri, autorizzando fin d’ora la Giunta alla trattazione di tutti gli atti necessari, ad alla scelta ed istruzione dell’impiegato da nominarsi poi dal Governo.

In considerazione poi della occorrente spesa il Consiglio stanzia un nuovo fondo di £ 800 al Tit.o 2° Cat. 5° parte 2° del Bilancio in corso, prelevando una tal somma dal maggior prodotto, oltre il previsto, verificatosi dall’appalto dei dazi di consumo del corrente anno 1885.

...

Letto ed approvato il presente verbale viene sottoscritto come appresso

                                                                                       Il Presidente

Il Membro Anziano                            T.Ricci                            Il Segretario

Picco Salvatore                                                                            F.Cantoni